Lezione di prova di gennaio di Contact Improvvisation con Elisa Ghion & Cristina Crippa 2012/2013

 

Mercoledì 23 gennaio 2013
Mercoledì 30 gennaio 2013

dalle 20:00 alle 21:30

Pratica di danza, la contact improvisation permette un potenziamento delle capacità fisiche quali agilità, forza, prontezza di riflessi e fluidità del movimento.
Essa unisce la fisicità dello sport alla creatività dell’arte: tramite l’acquisizione di precise tecniche motorie unite alla scoperta del movimento personale si ottiene uno stato di benessere psicofisico.
E’ aperta a persone di qualsiasi età e non necessita di specifici background formativi.

Fondata da un gruppo di danzatori newyorchesi capeggiata da Steve Paxton, la C.I. è una tecnica di movimento nata nei primi anni 70, come ricerca di nuove possibilità di movimento attraverso il contatto fisico e sensoriale.
Essa si fonda sulla fiducia reciproca, sull’ascolto di sé e dell’altro e sulla fluidità.
Durante il corso esploreremo l’uso della forza di gravità e del pavimento come due partner; la capacità di muoversi mantenendo il contatto con l’altro, ricercando una fluidità del movimento.
La C.I. potenzia la capacità di relazione e la percezione sensoriale. Lavoreremo con il peso, il peso dinamico, la relazione con lo spazio e col partner. Attingeremo informazioni dalle leggi della fisica per sollevare il nostro partner, o per farci sollevare, ricercando sempre un movimento organico e senza sforzo.
La C.I. ha attinto nel suo sviluppo anche da altre tecniche e discipline: Aikido, TaiChi, meditazione, ginnastica, danza.

Elisa Ghion:

Danzatrice di Contact improvisation dal 2006,  pratica che ha cominciato ad insegnare nel 2010.
Formatasi con Roberto Lun, ha studiato in varie parti d’Europa, con numerosi maestri tra cui Urs Stauffer (Svizzera) Adrian Russi (Svizzera) Leilani Weiss (Cile-Italia) Martin Keogh (US) Ray Chung (US), definendo uno suo personale metodo di insegnamento, basato sulla percezione e integrazione del movimento tramite le immagini.

Contamina lo studio della contact improvisation con altre discipline tra cui ginnastica artistica, acrobatica e Danza Sensibile, approfondita con Cinzia de Lorenzi.
Nel 2011 si forma presso la scuola Paolo Grassi di Milano, seguendo la masterclass di contact teacher e co-teaching training tenuta da Roberto Lun.
Parallelamente segue un percorso di studio della clownerie come strumento per la costruzione di relazioni sociali positive, portando nella sua danza l’ironia e la leggerezza della clownerie.

Con il gruppo di contact improvisation di cui fa parte sperimenta pratiche di improvvisazione urbana e di improvvisazione in relazione con il contesto ambientale.
Con il collettivo di danza “Dance the City” performa presso l’Accademia di Belle Arti di Brera, nell’ambito del progetto multidisciplinare di arti performative e live painting curato da Italo Chiodi.
Assieme a Cristina Crippa fonda il duo “EvaMelt – superfici adesive”, il cui interesse è riscoprire l’ambiente urbano come parco giochi e ri-viverlo danzandolo; il performer diventa alternativamente fruitore e elemento architettonico dell’ambiente stesso.
EvaMelt organizza workshop di danzArchitettura urbana rivolti a professionisti e non.

Cristina Crippa:

Cristina Crippa si laurea in pittura all’Accademia di Belle Arti di Brera nel 2007. Dal 2002 inizia lo studio della danza e la sua attenzione si focalizza sul corpo. Inizia così a definire un personale stile di ricerca che indaga la relazione tra corpo e spazio attraverso diversi mezzi espressivi: azioni e performance, fotografia , autoscatto, video e installazione. Studia diverse tecniche di danza dalla contemporanea, alla release tecnic, al teatro-danza, alla danza sensibile con diversi insegnanti tra i quali Cristina Bucci, Silvia Vladimivsy, Kea Stefania Tonetti. Dal 2009 si concentra sulla contact improvisation e sull’improvvisazione. Si forma con Roberto Lun e studia con diversi maestri in Italia e all’estero: K.J.Holmes, Kirstie Simson , Martin Keog , Leilani Weiss, Javier Cura, Katie Duck , Ivan Wolf, Vincent Catalano, German Jeregui. Nel 2010 partecipa alla formazione “Movimenti Urbani” tenuto da Paola Lattanzi a Orvieto focalizzato su progetti performativi in contesti urbani e viene invitata come performer al programma artistico residenziale vinto dall’artista Paola Anziché al Pact Zollverein ad Essen. Nel 2011 si forma alla masterclass di contact teacher-training & co-teaching con Roberto Lun, presso teatro scuola civica Paolo Grassi, Milano.
Con il collettivo di danza “Dance the City” performa presso l’Accademia di Belle Arti di Brera, nell’ambito del progetto multidisciplinare di arti performative e live painting curato da Italo Chiodi.
Assieme a Elisa Ghion fonda il duo “EvaMelt – superfici adesive”, il cui interesse è riscoprire l’ambiente urbano come parco giochi e ri-viverlo danzandolo.

LOCATION:

“AL-KIMIYA FUSION LAB”
Via Privata Pienza, 11 (MM2 Abbiategrasso/Autobus 79)

CONTATTI:

+ 39 02-87388225
JENNY: +39 392-9282507
MAIL: info@al-kimiya.eu
https://www.facebook.com/alkimiya.olivia